Foto%20presentazione/trafoi.jpg
INFOALLOGGISTORIATRE FONTANEIERI E OGGICOSTUMICUCINARIFUGIESCURSIONINEVEMETEOWEBCAMCENTRO M.CONTATTI
HOMEUTILITA'LINKSDINTORNICULTURANATURAPARCOEVENTIREPORTAGEFOTOVIDEOSITIWEBBIOGRAFIAFORUM
Sfondi%20scritte%20figure/Escursionisti.gif

Rifugi e Malghe

Sfondi%20scritte%20figure/Rifugio2.gif

I RIFUGI sono strutture alpine collocate a quote non inferiori ai 900 metri, situate in zone isolate di montagna, raggiungibili attraverso sentieri o per limitati periodi anche con strade od altri mezzi di trasporto (funivia o seggiovia), predisposte ed organizzate per dare ospitalità e possibilità di sosta, ristoro, pernottamento e servizi connessi agli escursionisti, di norma aperti al pubblico solo stagionalmente.

I BIVACCHI sono strutture in legno, metallo o cemento, più spartane e di piccole dimensioni (fino a 7-8 posti letto), talvolta derivanti dal recupero di strutture preesistenti, ubicate in zone elevate e poste in luoghi particolarmente isolati, adibite al ricovero degli alpinisti che a differenza dei rifugi non sono custoditi, sono però provviste di angoli cottura. Al loro interno dispongono dello stretto necessario per il riposo ed il ricovero di emergenza, per questo sono aperti permanentemente; solo in taluni casi è necessario richiederne le chiavi per potervi accedere.

Indipendentemente che si tratti di rifugi, capanne o di bivacchi, da parte di chi le frequenta non devono mai mancare le elementari regole di buon senso e di buona educazione.

Le MALGHE o BAITE, invece, sono costruzioni rustiche (ma non sempre) di pietre e di legno adibite ad abitazioni per i pastori nel periodo estivo, comprendono anche la stalla per le bestie e la casera per la lavorazione del latte. Recentemente i gestori di alcune malghe oltre a vendere i prodotti derivati dal latte, hanno trasformato la rustica abitazione in veri e propri agriturismi.



Scaricare la Guida dei Sentieri zona Ortles con la cartina e gli itinerari.
In caso di incidente chiamate il 118 ed ecco come comportarsi per il Soccorso.

Trafoi (Bz)

Escursioni2/Borletti_Rododendro/3381ter.jpg

Il Rifugio BORLETTI (m. 2.188 s.l.m.) a Trafoi è, insieme al Forcola, il rifugio più conosciuto. Il sentiero per arrivarci è il nr. 15 e parte nei pressi del Santuario delle Tre Fontane, oppure il nr. 14, meta dell'escursione dei 4 Ghiacciai che parte da Sotto Stelvio. C'è possibilità di ristoro e di pernottamento. E' aperto da giugno a metà ottobre. I gestori sono esperti conoscitori del luogo e fanno parte anche del Soccorso Alpino. Il Borletti raggiungibile in circa 1 ora e mezza è una sosta per chi vuole raggiungere il Rifugio Payer.

Escursioni2/Trafoi_Forcola/4234ter.jpg

Il Rifugio FORCOLA (m. 2.153 s.l.m.) raggiungibile con il sentiero nr. 17 (o con la seggiovia) o dal sentiero nr. 20 dal Passo Stelvio o dal sentiero nr. 12 da Gomagoi. Da qui partono numerose escursioni. Il Rifugio è aperto da metà dicembre ad aprile e da giugno ai primi di ottobre, ottima cucina e grandissima terrazza rivolta verso uno stupendo panorama. Non è previsto il pernottamento.

Escursioni2/Rocca_Bianca/4369ter.jpg

Il Rifugio ROCCA BIANCA (m. 1.860 s.l.m.) è sulla strada per il Passo dello Stelvio. Raggiungibile anche dai sentieri nr.10 (dal campeggio) o nr. 13 (dall'ex Centro Montano della Polizia di Stato). Non è previsto il pernottamento. E' stato riaperto nel 2013.

Escursioni2/Payer/1345ter.jpg

Il Rifugio PAYER (m. 3.029 s.l.m.) raggiungibile da Trafoi dai sentieri 18 (prosecuzione del nr. 15 del Borletti) e 19, oppure da Solda dal sentiero nr. 4. Raggiungere il rifugio è qualcosa davvero di appagante. Ottima cucina, per il pernottamento è consigliabile la prenotazione. Anche nelle belle giornate estive, visto l'altezza, la temperatura è sempre relativamente bassa. In alcuni tratti il sentiero è un po' difficoltoso e richiede attenzione.

Escursioni2/Stelvio/3554ter.jpg

Il Rifugio GARIBALDI (m. 2.845 s.l.m.) rimane proprio sopra il Passo dello Stelvio e si vede prendendo il sentiero nr. 20 per il Lago d'oro e il Rifugio Forcola.

Escursioni2/Stelvio/1069ter.jpg

Il Rifugio TIBET (m. 2.800 s.l.m.) è raggiungibile con il sentiero n. 20 dal Lago d’Oro - rifugio Forcola oppure partendo dalle Tre Fontane Sacre per la Franzenshöhe sui sentieri n. 13 e 22a.

Escursioni2/Malga_Stelvio/3248ter.jpg

La Malga di STELVIO (m. 2.064 s.l.m.) è raggiungibile con il sentiero n.4 dal Rifugio Forcola o per il sentiero n.2 da Stelvio. Punto di partenza per l'escursione al Monte Cavallaccio. Apertura: Dai primi di luglio a fine settembre. Malga con vitto e alloggio. Non dispone di locale invernale.

Escursioni2/Malga_Prato/2740ter.jpg

La Malga di PRATO (m. 2.051 s.l.m.) è raggiungibile con il sentiero nr. 17 che parte dal Rifugio Forcola, poi si lascia il sentiero al bivio con il sentiero nr. 4 per andare verso il sentiero inferiore. Tempo circa mezz'ora. La malga è aperta solo d'estate con la possibilità di acquistare formaggio.

Escursioni2/Malghe_Tarres/3657ter.jpg

La Malga di TARRES DI SOPRA (m. 2.150 s.l.m.) è raggiungibile con il sentiero nr. 21 (deviazione del nr. 20 Passo Stelvio - Rifugio Forcola) e nr. 12 (deviazione del nr. 20 Rifugio Forcola - Passo Stelvio). Possibilità di acquistare formaggio.

Escursioni2/Malghe_Tarres/3711ter.jpg

La Malga di TARRES DI SOTTO (m. 1.908 s.l.m.) è raggiungibile con il sentiero nr. 21 dalla Malga di Tarres di sopra, oppure sentiero nr. 16 da Trafoi o dalla Rocca Bianca. Semplice luogo di ritrovo per escursionisti.

Escursioni2/Borletti_Rododendro/3481ter.jpg

La BAITA PASTORI (m. 2.168 s.l.m.) è effettivamente riservata ai pastori, ma in caso di vero bisogno all'interno sono previsti alcuni letti, bagno e cucina.

Escursioni2/Piz_Minschuns/1037ter.jpg

Il Rifugio delle PECORE (m. 2.485 s.l.m.) è chiamato così proprio perchè è un piccolo ovile. Il Rifugio è visibile durante l'escursione sul sentiero nr. 25 al Passo Vallazza.

Escursioni2/Borletti_Rododendro/3456ter.jpg

L'ex Rifugio STELLA ALPINA (m. 2.481 s.l.m.) è raggiungibile con il sentiero nr. 19 che inizia sotto l'albergo Dalliada-hof o con il sentiero nr. 18 , in prosecuzione del sentiero nr. 15 del Rifugio Borletti. Un'escursione da fare è quella proprio dal Rifugio Borletti - Trafoi passando dal rifugio Stella Alpina e Rododendro. Del rifugio sono rimaste le rovine, comunque ci sono alcune piccole ristrutturazioni (vedi finestre), per eventuali ripari di fortuna ed improvvisi cambiamenti climatici.

Escursioni2/Borletti_Rododendro/3491ter.jpg

L'ex Rifugio RODODENDRO (m. 2.029 s.l.m.) è raggiungibile con il sentiero nr. 19, si trova sul percorso che porta al Rifugio Payer, passando per il Rifugio Stella Alpina. E' anche percorso obbligato se si è diretti all'ex Miniera Zumpanell. La stranezza di questo Rifugio, sono proprio le rovine. Non si comprende perchè, nonostante siano passati molti anni dal crollo, lo lascino così in completo abbandono. Seppur non è pensabile una ristrutturazione, basterebbe fossero rimossi gli evidenti effetti del crollo....comunque anche così, viene sempre riportato sulle cartine...

Solda (Bz)

Escursioni2/Payer/1390ter.jpg

Il Rifugio TABARETTA (m. 2.556 s.l.m.) in Val di Solda è raggiungibile dal rifugio K2 in ca. 1,5 ore, seguendo prima il sentiero nr. 10, poi il nr. 4, da Solda, partendo dietro la chiesa S.Gertrude seguendo il sentiero nr. 4 attraverso bosco di cirmoli e larici, ca. 2 ore, da Solda, partendo dietro la chiesa S. Gertrude seguendo il sentiero nr. 8, durata ca. 2,5 ore. Il rifugio è sul sentiero che porta al Rifugio Payer. Possibilità di ristoro e pernottamento.

Escursioni2/Pulpito/5195.jpg

Il Rifugio PULPITO (m. 2.348 s.l.m.) in Val di Solda è raggiungibile partendo nei pressi dell'Hotel Solda, sulla destra vi è una casetta ed un cartello che indica il sentiero. Il percorso è molto facile e si raggiunge la meta in h. 1,15 circa. Il sentiero nr. 12 si percorre quasi interamente nel bosco. Si può arrivare al Rifugio anche con la seggiovia. Non è previsto il pernottamento.

Escursioni2/Coston/5448ter.jpg

Il Rifugio COSTON (m. 2.661 s.l.m.) in Val di Solda è raggiungibile dal rifugio K2 (seggiovia Orso) in ca. 1,20 ore, seguendo il sentiero nr. 3. In alcuni tratti il sentiero è un po' difficoltoso e richiede attenzione.

Escursioni2/Madriccio/18114ter.jpg

Il Rifugio CITTA' DI MILANO (m. 2.573 s.l.m.) in Val di Solda è raggiungibile anche con la funivia.

Escursioni2/Madriccio/5834ter.jpg

Il Rifugio MADRICCIO (m. 2.820 s.l.m.) in Val di Solda è raggiungibile con la funivia che porta al Rifugio Città di Milano, quindi in circa 1,10 ore, seguendo il sentiero nr. 28, proseguendo per questo sentiero si può raggiungere anche la Val Martello. Non è previsto il pernottamento.

Escursioni2/Serristori/9404ter.jpg

Il Rifugio SERRISTORI (m. 2.721 s.l.m.) in Val di Solda è raggiungibile dal funivia che porta al Rifugio Pulpito e prosegue con il sentiero nr. 12 per circa 1,20 ore, oppure direttamente da Solda seguendodo il sentiero nr. 5, per h 2,30 ca. Il pernottamento è previsto, max 8 persone.

Escursioni2/Malghe_Vitelli_Toro/6630ter.jpg

La Malga dei VITELLI (m. 2.247 s.l.m.) in Val di Solda è raggiungibile con il sentiero nr. 19 in circa h 1,15 e inizia nei pressi dell'hotel Marlet. E' previsto il ristoro, ma non il pernottamento.

Escursioni2/Malghe_Vitelli_Toro/6735ter.jpg

La Malga del TORO (m. 2.242 s.l.m.) in Val di Solda è raggiungibile con il sentiero nr. 18 in circa h 1,10 e inizia nei pressi della Pensione Brunelle, oppure sentiero nr. 17 dopo aver percorso per un bel pezzo il sentiero nr. 6, passando per il Ristoro Riposo nel Bosco.

Sfondi%20scritte%20figure/logo_ortles2.jpg

Tutti i Rifugi della VAL VENOSTA e dintorni.


Sfondi%20scritte%20figure/86.gif Sfondi%20scritte%20figure/85.gif

Sfondi%20scritte%20figure/divisore.jpg

Sfondi%20scritte%20figure/Home.gif

Ogni fotografia e immagine è soggetta a Copyright©, pertanto ove non specificato diversamente, sono di proprietà dell'autore del sito, il quale si riserva ogni diritto.